CHIRURGIA ENDOCRINA - PADOVA -
CHIRURGIA ENDOCRINA  - PADOVA -

Embriologia

Le paratiroidi originano dalle tasche branchiali: dalla III tasca branchiale derivano le paratiroidi inferiori (chiamate anche P3) assieme al timo; dalla IV tasca branchiale derivano le paratiroidi superiori (chiamate anche P4). 
Sviluppo embriologico delle paratiroidi.

Anatomia

MORFOLOGIA MACROSCOPICA

 

Le paratiroidi sono quattro piccole ghiandole di pochi millimetri di diametro, 2 superiori e 2 inferiori, localizzate tipicamente in corrispondenza della faccia posteriore dei lobi tiroidei. Nel 10% della popolazione si possono trovare una o più paratiroidi soprannumerarie, a sede cervicale o mediastinica.

 

MORFOLOGIA MICROSCOPICA

 

Le paratiroidi sono costituite da due tipi cellulari: le cellule principali, secernenti il paratormone, e le cellule ossifile, a funzione ancora incerta.

 

VASCOLARIZZAZIONE

 

La vascolarizzazione arteriosa delle paratiroidi è data generalmente da rami delle arterie tiroidee inferiori. Il drenaggio venoso delle paratiroidi segue quello dei vasi venosi tiroidei.

Paratiroide superiore sx (P). Nervo ricorrente sx (R). Tiroide (T).

Fisiologia

Le paratiroidi producono il paratormone (PTH), il quale controlla i livelli di calcio (e fosforo) nel sangue. L'azione del PTH si svolge a più livelli:

  • a livello osseo, promuove il riassorbimento di calcio per riattivazione degli osteoclasti;
  • a livello renale, promuove l'eliminazione urinaria di fosforo e inibisce l'eliminazione di calcio per aumento del riassorbimento tubulare; inoltre, stimola l'attivazione definitiva della vitamina D;
  • a livello intestinale, favorisce indirettamente l'assorbimento di calcio attraverso l'azione della vitamina D attivata.

 

I principali meccanismi di regolazione della secrezione di PTH sono rappresentati dai livelli plasmatici di calcio e vitamina D mediante meccanismi a feedback negativo.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Maurizio Iacobone